Ti devo parlare

Così ha esordito mio figlio G. oggi.

Non sto a ripetervi ciò che mi ha detto, la sostanza è che si è reso conto, finalmente, che quest’anno non ce la farà, altro che “scialla mamma” di qualche settimana fa!

Cosa che io e il padre sappiamo già da tempo, naturalmente.
La nostra politica è stata diversa dallo scorso anno in cui lo abbiamo pressato a tal punto da fargli finire l’anno addirittura senza neanche un debito! Ma che sofferenza nostra e sua.

Quest’anno abbiamo adottato una politica diversa per vari motivi, uno è più grande, è estenuante e non so quanto possa essere fruttuoso visto che l’esperienza dello scorso anno poi non l’ha messa a frutto in questo nuovo.

Abbiamo deciso che è giusto che cominci ad assumersi le responsabilità delle sue azioni, o meglio delle sue NON azioni.
Una decisione difficile perché il rischio seppur minimo di crollo emotivo in una bocciatura ci sta tutto.

Ancora mi domando se abbiamo fatto bene. Oramai è comunque tardi per tornare indietro.

A questo punto però gli ho comunicato che la decisione della scuola il prossimo anno sarà nostra e si deve fidare di noi, visto che ha ammesso di aver sbagliato a non accettare un cambio scuola che gli proponemmo a Natale, che sarebbe stato sicuramente a suo vantaggio, e avrebbe forse risolto l’anno acquisendo quella fiducia in se stesso che ancora, in campo scolastico, non ha.

Non è molto predisposto a farsi guidare, come è, da un certo punto di vista, giusto che un adolescente faccia.

E’ inutile parlarne adesso naturalmente il discorso lo riprenderemo.
Per ora la faccia da cane bastonato mi fa riflettere, perché non vorrei che fosse solo di facciata, tanto per sfangarla ancora una volta!!

Ma non voglio pensar male di mio figlio e come è giusto che una mammma faccia, offro una spalla e tendo una mano per l’ennesima volta mettendo in conto il rischio di bruciarmela nuovamente!!

2 comments on “Ti devo parlare

  1. nicoletta marra ha detto:

    Non sò se ti ricordi Polly che il mio Giò di 16 anni l’anno scorso in prima liceo scientifico è stato bocciato, dopo aver passato un anno di supporto ininterrotto con lezioni private in 4 materie.
    I prof.hanno detto che era meglio fermarlo per dargli il tempo di maturare…..balle.
    La lezione non è servita a granchè.
    Quest’anno non ha voluto nessun aiuto ma ancora ad oggi se la gioca con le ultime verifiche e interrogazioni, è in castigo da un mese, non esce con gli amici e zero internet,gli ho lasciato solo il calcio e una tantum il sabato sera a mangiare una pizza.
    Non sai il tira e molla, gli alti e bassi, un 3 e poi un 9.responsabilità zero.
    Io non sò più che pesci pigliare,lo faccio andare da solo alla deriva, gli dico che non può più giocarsi nulla perchè il futuro non lo aspetta in eterno.
    Questa estate, una cosa è certa, lo mando a fare un lavoretto bimestrale, così vediamo se capisce il valore dello studio.Il suo problema è che non è motivato!!!!
    Dì poco.
    Ti abbraccio, solidarietà a te e a voi tutti

  2. Polly5vm ha detto:

    Nicoletta che dirti??
    Come ti capisco! È la motivazione che manca anche a G.
    Il fatto che al tuo Gio non sia servita la
    bocciatura certo mi fa pensare e tremare!!!
    Solidarietà anche a voi tutti!!

Rispondi