Tag: Natale

December daily


Ci avviciniamo al Natale. Anche quest’anno lo voglio ricordare memorizzando emozioni, pensieri e avvenimenti in stile calendario dell’Avvento.

Lo scorso anno ho utilizzato un book in formato A5 e mi sono divertita davvero molto, ma obiettivamente è troppo ‘ingombrante’ da conservare.

Ho così deciso quest’anno di creare un mini album, più facile da conservare, con delle card della Simple Storie serie Claus&Co, in formato  10×15 cm, aggiungendone alcune della serie Basecoat Christmas della KaiserCraft. 

L’intenzione è sempre quella di ‘scrappare’ giorno per giorno, aggiungendo memorabilia, foto e journaling per tenere a memoria qualche avvenimento che merita essere ricordato. Considerando la famiglia numerosa quale siamo non temo mancanze di idee e progetti da memorizzare.

In questo video potete vedere tutte le card che ho utilizzato come base, ed essendo un lavoro in itinere, solo al 25 dicembre si potrà avere il mini album completo.

Intanto sto mettendo da parte tutto quello che potrebbe servirmi per abbellire il mio lavoro e magari a fine dicembre girerò un altro video.


Buon december daily a tutti!!!!

Epifania a Sutri

Sutri

Il Presepio vivente della cittadina di Sutri è meta di migliaia di visitatori ogni anno. È unico nel suo genere a motivo della sua ambientazione allestita all'interno del Parco Archeologico cittadino, nella necropoli adiacente l'anfiteatro. Le antiche tombe etrusco-romane rivivono per un giorno proiettate indietro nel tempo di ben 2000 anni.

450 fiaccole accompagnate da una musica in tema hanno creato la giusta atmosfera per questa rivisitazione: fabbri, artigiani, calzolai, tessitrici, soldati romani e naturalmente la grotta della natività.

Nel giorno dell'Epifania i Re Magi, partendo dalla piazzetta del Duomo, scendono verso la grotta portando i loro doni, scortati da soldati romani a cavallo.

È stata una bellissima giornata passata in famiglia. A parte figlia1 impegnata con gli scout, eravamo tutti. L'occasione l'abbiamo avuta da un invito a pranzo da carissimi amici. Una tradizione da istituire questa dell'epifania.

Amici siete avvisati!

 

Abbasso i compiti delle vacanze

20140102-144059.jpg

Dico subito che per me le vacanze sono vacanze e riempire di compiti gli alunnni di qualsiasi età non mi trova d'accordo.

Se come insegnante questo stacco lavorativo è strategico, necessario e serve per ricaricare energie, perché non deve avere lo stesso scopo 'terapeutico' per i ragazzi?

Premesso che ho un figlio che deve recuperare e alla grande se vuole passare l'anno e che per lui sono sempre troppo pochi i compiti, diciamo che lo stress familiare che ne deriva (io che insisto al limite dello sfinimento di fare i compiti e i figli che si oppongono per definizione) è indubbiamente 'stancante'.

Mi riferisco ai compiti durante le vacanze natalizie e pasquali, quelli estive, dato il tempo di pausa più lungo, hanno un loro perché.

Ma anche qui ne avrei da dire, dare 40 versioni di latino da tradurre, o compilare i libri delle vacanze per le scuole primarie, che mai nessun maestro controllerà, sono inutili, al limite del dannoso (come amare il latino se obbligatoriamente devi fare una versione ogni giorno se vuoi finire i compiti?).

Un paio di libri, scelti personalmente magari tra una serie consigliati, da leggere e recensire lo trovo un compito più adeguato e proficuo, e 4/5 versioni possono bastare, e per le scuole primarie tenere un diario dove appuntare i propri ricordi estivi con tanto di foto e altro.

Inoltre se togliamo i giorni festivi, i sabati e le domeniche, di veri giorni per studiare, sotto Natale, ne restano pochi!

Ok ho detto la mia sui compiti e lo dico non perché mamma che non ha voglia di seguire i figli in questa loro attività, ma principalmente come insegnante.

Insomma io dico abbasso i compiti!
E ora vado a studiare con figlio n.5

 

Io amo il Natale

Sono controcorrente lo so, ma al contrario di quello che sembra essere di moda, io amo il Natale, la sua atmosfera, la sua confusione, la corsa ai regali, le luci, i canti, preparare gli addobbi, la messa di mezzanotte, le giornate interminabili tra parenti con le partite noiosissime di tombola per far contenti i bambini, il preparare una tavola per il 26 dicembre quando è il mio turno per aprire le porte di casa alla famiglia.
Se la maggioranza delle persone che leggo sui vari social e non solo pare che non veda l’ora che arrivi l’Epifania per tornare ad una normalità, io al contrario spero che il 6 gennaio non arrivi mai!
Amo il Natale, non c’è niente da fare!
E domani, anzi vista l’ora oggi, saranno tutti miei ospiti per concludere questo trittico natalizio: vigilia, Natale e Santo Stefano.

Ecco cosa preparerò nonostante le abbuffate di questi due giorni:
menù di Santo Stefano
Antipasto: carpaccio di salmone e di tonno, dattero con mascarpone, pezzettino di aringa, crostini misti di pane e polenta
Primo piatto: quadrucci in brodo e mi fermo per non esagerare visto che per secondo ho deciso di proporre stinco con patate.
Per dessert la mia mitica crema natalizia accompagnata dal pandoro. Ananas e frutta mista.

Questo un collage natalizio. Domani quello di Santo Stefano!
Auguri ancora a tutti

20131226-011632.jpg

Buon Natale

20131224-103005.jpg

    Che cosa è il Natale?
    È tenerezza per il passato,
    Coraggio per il presente,
    Speranza per il futuro.
    È il fervido auspicio che ogni tazza possa trasbordare di benedizioni eterne, e che ogni strada possa portare alla pace

Agnese M. Pahro

Datteri mascarpone e noci

20131223-154356.jpg
Non amo i datteri, un sapore troppo ‘dolciastro’ per i miei gusti ma gustati con una crema mascarpone semplice e un pezzettino di noce sono da bacio.
Io li offro sia come dolcetto a fine pranzo di Natale o accanto all’antipasto tradizionale, un datterino non sta mai male!!!