Tag: latte

Stop al tuccio/botti

 

Prima o poi doveva arrivare questo giorno. Lo spartiacque tra il bimbo/cucciolo e il bimbo che vuole crescere.

Una data da ricordare senza dubbio. Ieri per la prima volta da quando è nato l'11/9/2006, figlio numero 5 Yuyu, ops Francesco (perché neanche più yuyu vuole farsi chiamare!!!) non ha voluto il TUCCIO/BOTTI, tradotto letteralmente con lattuccio e biscotti con il biberon (meglio specificare mi rendo conto, un biberon praticamente senza tettarella usato come un bicchiere….ma quanta comodità…).

Il mio cucciolo sta crescendo!!!

 

Sta diventando grande

YUYU, 3 anni l’11 settembre, ha SEMPRE dormito nel nostro lettone, fatto poppate notturne fino a 6 mesi fa, anche 3/4 volte per notte, con il biberon.

Ora ne fa due standard (l’ultimo che va a letto si porta il biberon intorno a mezzanotte e poi verso le 5 si risveglia ciuccia e si riaddormenta).

E’ il nostro quinto figlio ed è stato l’UNICO, tutti hanno dormito fin da subito nel loro lettino, MAI preso il latte di notte ed il bello è che io ne ero orgogliosissima, e mi facevo tanti complimenti da sola sul modo in cui li avevo cresciuti, credendo di avere molto merito in questo, quando era stata solo fortuna la mia, ossia quella di avere bambini che si sono subito adattati, senza tanti problemi, al mio essere mamma.

Fino all’arrivo di YUYU che ha stravolto le nostre vite sconvolgendo tutte le nostre certezze.

Devo dire che non ho vissuto questo con angoscia, anzi ho trovato molto naturale seguire i suoi ritmi e cercare quindi un modus vivendi che facesse sopravvivere anche noi alle sue poppate notturne.

Si cresce, si cambiano le idee, le convinzioni e si migliora (nel mio caso almeno) per cui è stato naturale farlo dormire nel nostro lettono con noi e questo fino al nostro ritorno dalle vacanze.

Quando siamo rientrati a casa, a Roma, senza troppi discorsi, senza troppe domande, ma naturalmente abbiamo messo YUYU nel suo lettino ed io non sono mai stata così orgogliosa di lui, perché non ha detto nulla, ha accolto con normalità questo cambiamento e dal 1 settembre dorme tranquillamente nel suo lettino e dopo tre anni io e maurizio abbiamo dormito abbracciati, riassaporando questo gesto così tenero.

Ancora una volta il merito è suo, era semplicemente pronto, pronto a scavalcare a fare passo in avanti verso la strada della crescita.

Anche per lui l’adolescenza è dietro l’angolo?