Tag: Capodanno

Auguri per un anno tutto da scoprire

20131231-175416.jpg
Siamo giunti finalmente al 1 gennaio 2014. Abbiamo salutato questo 2013 senza troppi rimpianti anzi direi che per la maggioranza di noi sia stato come togliersi un dente molto doloroso. È la prima volta che saluto un anno senza nessun sentimento di malinconia. Non che si abbiano garanzie che quello che verrà sarà migliore, ma almeno non perdiamo la speranza! 
 
Il tram tram che precede questa giornata in una famiglia numerosa come la mia, è davvero notevole. Quest’anno ci si è aggiunta anche figlia 4 preadolescente, che fino all’anno scorso ci ha seguiti senza problemi, a creare scompiglio. Anche lei ha voluto a tutti i costi passarlo senza di noi. Mi ero già preparata a chissà quale richieste da controbbattere, invece con la sua amica, che noi conosciamo benissimo, ha deciso di servire in parrocchia alla cena per gli anziani. Il loro senso del servizio scout ha avuto la meglio. Non potevo desiderare richiesta migliore! 

La prima figlia 21nne finalmente ha potuto godersi qualche giorno di riposo vero in una vacanza che aspettava dai tempi della maturità. Prima i corsi per entrare all’università, poi le lezioni, il tirocinio, l’impegno scout le avevano impedito qualsiasi viaggio extra. Non che faccia chissà che ma è partita per Milano dove passerà qualche giorno di riposo. È la prima volta che si allontana da sola senza una motivazione specifica tipo vacanza studio o pernotto scout! 

Anche i due maschi, dopo tante idee poco concrete, alla fine hanno passato l’ultimo dell’anno in casa di rispettivi amici. Unica trasgressione non tornare a casa in nottata ma ‘dormire’ da quest’ultimi per tornare con calma il giorno dopo. Lo preferisco soprattutto quando c’è di mezzo una eventuale tratto di macchina (per il più grande) per ritornare.

Scelta per locali e rientri notturni indefiniti anche quest’anno scampati!

Che dire avevo timore di ritrovarmi un po’ come la mia vignetta, con gli occhi spalancati, il cellulare in mano ed un orologio nell’altra. La dimostrazione, ancora una volta, che con i ragazzi non si hanno mai certezze! 

Buon anno a tutti!

Articolo pubblicato su lenuovemamme.it

Ciao 2013

Quante cose sono accadute in un anno! Tante tantissime. Un anno duro, pesante e molto faticoso dal punto di vista economico. La crisi noi l’abbiamo sentita e molto. Una famiglia numerosa come la mia, di questi tempi, ha davvero tanto da perdere in termini di beni materiali, soprattutto se si fanno lavori statali.
Questa la parte lamentosa, vera, dovuta e sofferta. Non lo rimpiangerò sono sincera.
Ma quante altre cose belle posso ricordare? Non vi elenco quelle che troverete su tutti i rotocalchi in questi giorni, veri ‘fiumi di parole’, a cominciare dalla più significativa per me: l’elezione di Papa Francesco. C’è stata anche la morte di Nelson Mandela aggiungo, un’occasione di riflessioni familiari significative.

E i famosi buoni propositi? Mai fatti, o meglio sempre disattesi. E allora diciamo cosa vorrei e cosa mi aspetto dal 2014?
No neanche questo ho voglia di fare e non per scaramanzia, o perché sono in visione ‘pessimista’ del futuro, ma perché amo vivere ogni giorno che passa con le sue difficoltà, i suoi sorrisi, le sue gioie e i suoi dolori, come se fosse il più bello. E non si può certo ‘programmare’!

Ho una famiglia che amo follemente, nonostante tutti i problemi sia quelli economici che quelli legati ai figli adolescenti e non cambierei neanche una virgola del libro della mia vita che si sta scrivendo piano piano.
Come ogni mamma temo il futuro incerto che si profila per loro, ma la vera forza è nell’amore che ci lega.
Questa certezza non mi lascia dubbi sul nuovo anno: sarà sempre migliore di quello passato perché nulla potrà togliere di ciò che conta veramente.

Buon 2014!

20131231-191220.jpg

Buone Feste

20121222-111440.jpg