Tag: bambini

5vmArt: i bambini ci guardano

 

Illustrazione 2.0 realizzata con app ArtSet

 

Recensire una app: Pampers

 

Nanna e Favole

Mi è arrivata, qualche giorno fa, una mail dalla Pampers. Sono stati molto carini a pensarmi, visto che sono fuori da queste problematiche da taaaaanto tempo, con sommo gaudio aggiungo!

Mi comunicano la nascita di una applicazione lanciata dall'azienda per accompagnare giorno dopo giorno, mamme e papà lungo l'importante percorso dell'essere genitori.

Disponibile su sitema IOS e Android ospita sette sezioni ciascuna dedicata a specifiche tematiche: Il mio diario, mamma Advisor, Pampersometro, Nanna e Favole, Prodotti e Promozioni.

Non mi piace 'prestare il fianco' e fare pubblicità (nessuno mi paga sia chiaro) tanto per…. Ma prima di esprimere qualsiasi giudizio mi piace capire ed informarmi direttamente. Ho, pertanto, scaricato (gratuitamente) l'applicazione Pampers.

Al di là che ne sono fuori e mi interessa poco per ovvi motivi anagrafici, al di là che alcune sezioni per essere attive hanno bisogno di iscrizione (e questo non mi piace perché lo scopo è quello di inondarti di pubblicità via mail, e in genere io cancello queste app dal mio ipad) quello che ho trovato bello e motivo sufficiente per scrivere questa recensione è la sezione dedicata alla Nanna e Favole, alcune ninne nanne da ascoltare (tra cui l'amatissima Ninna nanna del chicco di caffé che cantavo ai miei figli!) e 12 brevi storie da leggere prima della nanna.

Per chi ha bambini piccoli penso che possa risultare piacevole questa sezione, per le altre lascio giudicare voi, visto che io non le ho provate direttamente!

 

 

Il futuro sono loro

20131130-084054.jpg
Siamo arrivati di nuovo al fine settimana. Sabato dedicato al relax. Come potevo quindi non parlarvi delle mie illustrazioni. Ogni sabato per la categoria 5vmArt mi piace condividere con voi una illustrazione 2.0, realizzata con il mio inseparabile ipad. Ho deciso che presto gli darò un nome, credo che meriti una menzione speciale. Ci penserò.
Intanto gustatevi questa fila di bambini.
Il futuro gli appartiene e io mi sento molto responsabile, in quanto adulta, di quello che gli stiamo lasciando.
Sarà forse per questo che mi piacciono tanto come figure da disegnare.

20131130-084741.jpg

20131130-084907.jpg

20131130-084943.jpg

20131130-085347.jpg

Per info grafiche
grafica5vm@gmail.com

Piccoli esploratori

20130820-183358.jpgQuando la giornata non promette tempo bello, si possono fare mille altre cose, tutto sta a volerlo!! Sono sincera ho un po’ esaurito le energie che avevo con i primi figli: andiamo, armiamoci e partiamo!!!
Fortuna che questo spirito non ha abbandonato il marito che ancora riesce ad entusiasmarsi e a entusiasmare facendosi seguire dal piccolo esploratore di casa.
E così eccoli alla ricerca sulle spiagge bagnate dalla pioggia della mattina, di impronte di uccelli e di conchiglie per realizzare degli splendidi fossili casalinghi con Il gesso.
Invidio questo suo entusiasmo, e vederli insieme è un piacere.
Daltronde l’esperienza ci insegna che questo coinvolgimento dei figli dura poco. Meglio approfittarne allora finché figlio5 ha l’età per seguirci in queste avventure.
Presto arriverà il giorno che sbufferà anche lui!
Intanto ci godiamo questi momenti.

I talenti delle mamme: seconda puntata

20130531-131437.jpgVi ricordate quando parlavamo dei talenti e di quanti ne hanno le mamme? La prima puntata l’avevo dedicata al vigile urbano. Questa volta, in occasione dello sciopero dei mezzi di venerdì scorso, ho pensato di dedicare un articoletto ad un altro mestiere che ci vede impegnate per mooooolti anni: il tassista.
Chi tra le mamme lettrici di questo blog non ha mai svolto almeno una volta questo faticoso mestiere lasci un segno!

È così che venerdì scorso, in preda ad una giornata delirante a causa dello sciopero dei mezzi, ho dovuto superare me stessa e la mia capacità rocambolesca di fare mille cose concentrandole in poco tempo. Pertanto, nel giro di un ora, ho portato con lo scooter a scuola tre dei 5 figli, naturalmente in tre zone diverse: coordinate generali direi zona Nomentano, Stazione Termini, Ponte Milvio, il tutto giocato sul filo dei minuti.

Questa situazione è naturalmente una eventualità abbastanza rara, non è, per fortuna, di routine uno sciopero dei mezzi…

Ma quante mamme che leggono non si ritrovano in questo ruolo quotidiano di tassista: si porta e si riprende il bimbo a scuola, lo si porta in palestra, magari alla lezione di musica, oppure al catechismo, e all’uscita scout, alla festa del compagno di classe, e con l’occasione se ne riportano due tre a casa di amichetti, a salutare la nonna, a comprare le scarpe che non entrano più in quelle vecchie, alla lezione di inglese con la maestra madrelingua, al parco giochi…..il tutto naturalmente moltiplicato per il numero dei figli.

La forza per girare come trottole in genere ci viene dalla consapevolezza che diventando grandi i figli, questa storia abbia una fine…

Ebbene mamme sappiate una cosa (sorriso arcigno, misto ad una punta di ironica consapevolezza) crescendo è peggio, e non vi anticipo nulla!!!

Sono proprio perfida!

Le paure delle mamme

20130529-101610.jpgSono giornate davvero piene di “contenuto”. Tante notizie che mettono a dura prova un genitore che cerca di barcamenarsi nella vita di tutti i giorni, tra la crisi che incombe e che comincia a sentirsi anche nelle piccole spese quotidiane, e tra i figli alle prese con gli ultimi intensi giorni scolastici. E non basta il pensiero degli esami di terza media per figlia n.4 e per quelli di maturità di figlio 2 (gliela farà?), apri il giornale e leggi di miss che ritirano denunce contro fidanzati violenti, giovanissima accoltellata e bruciata dal fidanzatino, ragazza suicida per derisioni continue su FB e 14nni che si tolgono la vita per un brutto voto.
Troppe troppe emozioni tutte insieme.

Alcune riflessioni nella mia rubrica sulle LNM