Due grandi artisti

20130720-134635.jpgDue sedie, vuote. Disposte trasversalmente l’una rispetto all’altra.
La sedia di Van Gogh, in legno e paglia giallo fieno è su un pavimento di mattoni rossi, in stile povero, modesta alla luce del giorno.
La sedia di Gauguin, rosso e verde, più ricercata con i manici, e sembrerebbe più confortevole, si trova nella penombra notturna.
Le due sedie si guardano, comunicano e sembrano costituire una unità.
Allo stesso tempo potrebbero darsi le spalle, essere il giorno e la notte e non avere nessuna relazione.
Sopra di esse oggetti quotidiani, pronti all’uso di chi, stanco, si siederà per riposare. Oggetti che segnano una presenza di solitudine, la presenza/assenza di una amicizia vera tra i due artisti.
In questo senso la sedia vuota diventa metafora di abbandono.
Il forte legame che unisce i due artisti, rottosi con la partenza di Gauguin e con il crollo nervoso di Van Gogh, è visibilmente reso angoscioso dal “suo posto vuoto”.
Il posto vuoto è il segno di una profonda ferita che diventa il riflesso della propria esistenza personale, che si compirà fino alla follia del suicidio.
Ho sempre amato l’arte e la sua profonda, intima e nascosta mediazione con la realtà.
Ogni “racconto”, che può essere un quadro, una scultura, una litografia, uno schizzo…… non è mai a caso. Parte dall’animo, dal profondo, e spesso, come nel caso di Van Gogh, dal tentativo di medicare ferite interiori.
Ecco perché una grande opera nasce quasi sempre da un sofferenza, che sia fisica, interiore, psicologica, dell’anima, o d’amore.

One comment on “Due grandi artisti

  1. Luigi Viazzo ha detto:

    Non c’è opera di Van Gogh che non sia in grado di affascinare indipendentemente dall’oggetto o dal soggetto riprodotto. Ogni appassionato ha le proprie preferenze, ovviamente, riguardo all’opera riprodotta. Molti propendono per la Notte Stellata, la mitica Starry Night.
    La Notte Stellata? Un suo capolavoro! (Per alcuni Il suo capolavoro…)
    Riprodurla? Un sogno? Tutt’altro!
    Grazie all’app Dipingi Van Gogh potrai riprodurre passo per passo la Notte Stellata, anzi la tua Notte Stellata.
    Mettiti in gioco con colori e pennelli, davanti al tuo cavalletto e nel tuo atelier.
    In dieci semplici step, accompagnati da foto e video esplicativi, potrete pennellata dopo pennellata, far rivivere con le vostre mani tutta la magia del celebre dipinto di Vincent van Gogh
    Android @
    http://bit.ly/1gfFaVJ 
    Apple @
    http://bit.ly/NK5wp2
    https://www.facebook.com/dipingivangogh/info

Rispondi