Cronache di una famiglia numerosa

 

Ci sono fatti e situazioni che vale la pena vivere solo per poterle un giorno raccontare ai posteri. Già mi vedo con tanti nipotini in uno dei pranzi di famiglia raccontare di quella volta che…

La giornata di ieri rientra senza dubbio in questa categoria.

Cosa è successo? Potrei dire cosa non è successo!!!

Mettetevi e comodi e prendete i pop corn.

Sono al mare con i due figli minori il resto della famiglia a casa per studio/lavoro (a parte il lord in viaggio con uno zio).

Tutti e tre pronti ieri con secchielli, palette, materassino, sdraietta, ombrellone (sono finiti i tempi dello stabilimento, spiaggia libera a noi)…. Per scoprire che il furbo marito non ci aveva lasciato le chiavi di casa, ma distrattamente (diciamo così) se le era riportate indietro la mattina.

Panico. Posa tutto e chiama.

Senza dettagli rimaniamo d'accordo che per le 14.00 avrebbe preso il treno e ci avrebbe portato le chiavi.

Intanto figlia n.4 si sacrifica rimane a casa e io porto il piccolo in spiaggia.

Nel frattempo arriva il marito lascia le chiavi a figlia, e riparte per Roma.

Ore 18.00 circa rientriamo. Tale padre tale figlia in questo caso è perfetto!

Nell'aprirci il portone e la porta figlia n.4 sosta davanti nell’androne e …..un colpo di vento la richiude alle sue spalle…..con le chiavi dentro!

Panico due!

Tre disperati sul pianerottolo in costume, ciabatte con il secchiello in mano.

Bonfonchio parecchio, ditemi se non era mio diritto.

Richiamo il marito che amabilmente rimprovero di aver passato i suoi geni a figlia scellerata!

Ho l'intuizione di sfogarmi anche con figlia grande via sms che dopo lunga risata mi da la dritta – intanto marito era ripartito verso la stazione per riprendere il treno per riportarci il secondo mazzo di chiavi che si era portato dietro la mattina – qualcuno dice santo subito ma io non sono molto d'accordo.

La dritta meglio che non ve la dico – sia mai potreste imparare – so solo che i ladri a noi ci fanno un baffo e che aprire una porta blindata senza mandate è la cosa più facile che ci sia.

Avete presente i telefilm polizieschi? Uguale con lo stupore di un paio di vicini di casa che si erano offerti di ospitarci nell'attesa dell'arrivo del marito.

Il marito! Avvertito di corsa dell'apertura della porta troppo tardi, era di nuovo sul treno!

Va be è sceso alla prima fermata e lo ha ripreso per tornare indietro.

Arisanto subito…ma io continuo a non essere d'accordo!


PS

Consiglio spassionato: chiudete la porta di casa sempre a chiave!

 

 

3 comments on “Cronache di una famiglia numerosa

  1. raffaella cittadini ha detto:

    La dritta è abbastanza nota… Due mie vicine di casa hanno imparato che è meglio chiudere a chiave!! Comunque santo subito ci sta bene, il mio avrebbe fatto prendere A NOI il treno, e tornare… Voto anche lo zio, se è quello che conosco, merita il premio zio dell’estate

  2. Renata Wisconsin ha detto:

    Sì, celo!
    Invece qui è tutto più semplice: porte non blindate (con una spallata la tiri giù); hanno la maniglia quindi il vento ci fa… ‘n baffo; portone del garage con, anche, la combinazione e accesso in casa. Quindi siamo a posto. E se la lasciamo aperta, come spesse volte è successo, nessuno ci entra in casa o ci fa pulizia in garage!

Rispondi